Umanamente io Visualizza ingrandito

Umanamente io

9788831973793

Nuovo prodotto

Libro di Carmine Papa

48 Articoli

14,00 € tasse incl.

Recensioni

Valutazione 
14/06/2020

All’incontro con la sinestetica anima di Carmine


Conobbi Carmine Papa in un pomeriggio estivo. A dire il vero, irruppi nella sua casa e nella sua vita, all’improvviso. Ciononostante lui mi accolse. E fu subito sintonia. Con Carmine è così: è un dialogo di anime. E la sua anima è nelle sue poesie e nella sua arte. Ed eccoci alle sue poesie: all’incontro con la sinestetica anima di Carmine. I versi raccolti in questa opera letteraria sono vibranti di vita, coinvolgono, risuonano dentro e trasportano nella verità dell’essere. Tutto in essi è verità dell’anima, vissuta attraverso il filtro dell’umana sensibilità. Queste odi hanno la capacità di trasportare il lettore all’interno dell’umano sentire: con esse e attraverso esse, scenari immensi e profondi si espandono dinanzi agli occhi del lettore, che viaggia, e vive non solo emozioni, ma anche sensazioni; e l’intera consapevolezza del sentire, dell’essere e dell’intelletto è coinvolta. Da esse promana la forza dell’animo umano, di quell’umano sentire che è verità profonda, che è equilibrio, che è radice. In esse si coglie il disdegno per i vizi dell’ego e un tenero, dolce e volitivo amore per la vita. In queste poesie gli opposti dell’animo non generano contraddizioni: l’uomo è “granello di sabbia” e “cosmo universale” insieme; è “incongruente” e mosso “da sincero auspicio”; è un “vampiro di notte” che ricerca frenetico “di terra il proprio lembo” e mai si arrende alla disperazione: la prova e la sente, nella sua infinita sensibilità, ma mai ad essa si arrende. E, con queste sue contraddizioni e in questo suo essere autenticamente e modestamente umano, egli si eleva, mosso da una determinata chiarezza di intenti e da una “infinita sorgente” interiore, verso “generosi mari” e contro “l’ignobile re dei denari” e i suoi “cavalieri”. E oltre e al di là di tale volontà determinata, appare in trasparenza e si scorge in uno strato più sepolto ‘un fiore che sanguina’, quel ‘mistero’ dell’ ”esperire la vita” che “ciascuno può solo tenere per sé”, che non è mai del tutto condivisibile, il dolore dell’incomunicabilità, che da sempre affligge gli animi più poetici e sensibili alla vita, quel sentire struggente che è percepito come mai del tutto esprimibile e condivisibile, che sembra trovare canali solo parziali. E sotto le righe suadenti delle odi di Carmine si coglie sottile il dolore del parto dell’anima. Queste poesie sono un viaggio negli abissi e, al tempo stesso, nell’empireo e, in esse, la via non si smarrisce mai.

  • 1 clienti su 1 trovano questa recensione utile.

Scrivi la tua recensione.

Scrivi una recensione

Umanamente io

Umanamente io

Libro di Carmine Papa