Un castello senza re Visualizza ingrandito

Un castello senza re

9788855354882

Nuovo prodotto

di Gravina Fabiola

Maggiori dettagli

50 Articoli

19,00 € tasse incl.

Dettagli

La meraviglia della campagna umbra. Un contadino innamorato della sua terra e un cagnolino salvato dalle acque. Un casale da ristrutturare. Una collina per lenire il dolore di un trauma. Un ragazzo biondo dagli occhi straripanti di tristezza, un ragazzo moro pieno di speranze per il futuro. Un’amicizia complicata che vacilla a ogni soffio di vento. Un diario segreto, due ragazze, due nonne, il progetto di una locanda insolita. Una vicenda sospesa tra presente e passato, ricca di spunti per riflettere sui grandi temi dell’esistenza umana: l’amicizia, l’amore, la vecchiaia, la famiglia, il lavoro, la morte... Il senso della vita. Il romanzo è anche un omaggio alla memoria e alle tradizioni umbre.

Recensioni

Valutazione 
04/09/2022

Un tesoro prezioso

Un libro è un tesoro prezioso, uno scrigno che racchiude in sé una moltitudine di meraviglie: tale è il tuo libro. All'ultima pagina sento l'ansia del distacco ma, riponendolo, con una carezza , insieme ai suoi fratelli, sento un'immensa gratitudine per questi momenti di vita librosa, mi sento ricca. Ti ringrazio di cuore per le tante emozioni trasmesse: le descrizioni affascinanti della nostra dolce Umbria, l'amore per la terra e il suo significato; la giusta arte di insegnare, quella che porta a costruire persone più consapevoli del loro talento e valore ; l'amicizia colma di comprensione e di tutti i sentimenti e le volontà necessarie a non ferire ma a cercare con tatto di tramutare ferite in suture dorate; il lavoro svolto con anima, con la priorità dell'umano e del noi, non del profitto spietato che ci attanaglia in ogni dove. Hai saputo toccare le corde più sottili del cuore con la creazione del progetto della" Locanda dei ricordi" : ci passerei tutte le vacanze possibili, in ogni stagione, in quell' oasi di pace che rispecchia la bellezza e la profondità dell'animo dei personaggi di questa storia. Li abbraccio tutti con gratitudine: ora il mio senso della vita ha in dono tasselli in più di consapevolezze e di coraggio. Ogni significato di vita importante è stato descritto in modo eccellente e amorevole, tanto da farmi stare così bene. Grazie!

Valutazione 
01/09/2022

La locanda dei ricordi

Bellissimo romanzo, con stupende descrizioni del paesaggio umbro ed una trama avvincente incentrata sul difficile rapporto tra due giovani amici che decidono di investire nella realizzazione di una locanda sul territorio.

Progetto che aiuterà “il ragazzo biondo” a sconfiggere i suoi demoni e rimorsi e a superare un violento trauma, che permetterà a chi vi soggiorna di godere delle bellezze e delle tradizioni umbre  e di soddisfare il proprio amore per la letteratura. Ogni camera, difatti, è dedicata ad uno scrittore famoso e contiene libri ed oggetti che lo caratterizzano, c’è inoltre una biblioteca ben fornita in cui una ragazza appassionata di letteratura dispensa consigli e suggerimenti. Potendo assaggiare un dolce tipico e  leggere il romanzo dell’autore preferito, si potrà così godere di tranquillità e di bellezze paesaggistiche, assaporando anche i ricordi di un passato che riaffiora nel presente grazie alle vecchie generazioni.

Valutazione 
31/08/2022

Un castello senza re

Da leggere

Valutazione 
29/08/2022

Omaggio alla mia Umbria

Ho apprezzato moltissimo l’ultimo romanzo di Fabiola Gravina “Un castello senza re”, in cui si narra di un’amicizia complicata tra due giovani provenienti da due ambienti sociali molto diversi ed in cui si descrive, con delicatezza, raffinatezza e sensibilità, la nostra Umbria…l’Umbria dei paesaggi, delle tradizioni (anche culinarie), dei dialetti (riuscitissimo il personaggio della nonna di Leo), dell’arte e della spiritualità. In ogni riga traspare l’amore e l’orgoglio dell’autrice per la sua terra di origine.
Ma ogni lettore può in realtà immedesimarsi nella trama accattivante del libro, in quanto ciascun capitolo è dedicato cronologicamente ad un grande tema della Vita: l’Amicizia, l’Amore, la Famiglia, la Morte.. con una struttura originale che lo introduce con una celebre frase di un grande autore, a seguire una descrizione sapiente dei paesaggi , visti attraverso gli occhi del vecchio contadino Luigi, innamorato della sua campagna, per passare infine alla narrazione vera e propria della storia, affidata al “diario di Leo”.
Ho amato molto questo omaggio sentito alla nostra Umbria, spesso purtroppo ingiustamente dimenticata, poco conosciuta, confusa con altre regioni.

Valutazione 
28/08/2022

Un castello senza re

Quello che ho provato nel leggere questo libro è puro piacere. Godere nel rivisitare luoghi e tradizioni locali inseriti tra le trame di una storia avvincente che esalta i valori dell' amicizia , della famiglia, dell 'amore.

Valutazione 
27/08/2022

DA LEGGERE ASSOLUTAMENTE

Un gran bel romanzo che si legge tutto di un fiato. Intrigante la trama e bellissime le descrizioni sia del paesaggio tipico umbro che delle tradizioni. Scritto con un linguaggio scorrevole ma al tempo stesso preciso e mirato non può non essere letto!

Valutazione 
19/08/2022

Omaggio all'Umbria

Ho letto "Un castello senza re", il nuovo romanzo della mia amica Fabiola, fin dall'inizio sono stata catturata dalla bellezza delle descrizioni del paesaggio umbro da cui affiora il rapporto che unisce l'autrice-narratore e storia narrata, anche se poi le vicende prenderanno forma attraverso i personaggi protagonisti del romanzo. L'Umbria non soltanto con i suoi paesaggi, le sue città d'arte, ma anche con le sue tradizioni, il suo dialetto, diventano lo scenario di una storia particolare, dove si intrecciano situazioni soggettive che offrono grossi spunti di riflessione sulle differenze sociali, sull'amicizia, sulla fragilità e le problematiche dei giovani. Bellissime le figure delle nonne e del vecchio contadino che si contrappongono a quelle dei ragazzi, rapporto che diventa importante per entrambe le generazioni.

Valutazione 
16/08/2022

un castello senza re

Un romanzo avvincente che esalta la bellezza della terra umbra e delle sue tradizioni. E' una bella storia di amicizia, di dolore, di rispetto, di amore.
Bella la descrizione dei personaggi con i loro vissuti e i loro sogni, bella la descrizione del luoghi umbri che sono a me noti.
Sono certa che quando ripercorrerò quelle strade cercherò con lo sguardo" La " locanda dei ricordi " e rivedrò nella mia mente tutti i personaggi e le loro storie.

Valutazione 
16/08/2022

Un castello senza re

Un libro dove i protagonisti sono l'amicizia, le radici familiari e il territorio umbro: Molto bello e coinvolgente. Consigliatissimo

Valutazione 
16/08/2022

Un anno in Umbria

Lo scorrere del tempo nelle campagne umbre, la media valle del Tevere, e il continuo divenire e maturare dei personaggi raccontato in modo mirabile da Fabiola Gravina.
L'autrice intesse una splendida tela, ordita con la bellezze di queste terre e animata dalla trama del vissuto intenso dei personaggi.
Una storia moderna che affonda le radici nelle solide tradizioni umbre.
Un ottimo romanzo, da leggere tutto d'un fiato.

Valutazione 
13/08/2022

Un castello senza re

Libro che scorre piacevolmente coinvolgendo il lettore in una trama evocativa della nostra Umbria. Le descrizioni particolareggiate denotano una cura maniacale anche nei dettagli apparentemente secondari. La nostra terra, le nostre tradizioni fanno da cornice a questa storia di uomini descritta con un animo ed una sensibilità tutta al femminile. Geniale la suddivisione del racconto con una parte aulico e poetica ed una parte narrativa. Da leggere sicuramente.

Valutazione 
11/08/2022

Libro consigliatissimo!

Un bel romanzo. La storia mi ha catturato fin dalle prime pagine e la lettura è scorsa via veloce. Mi sono piaciuti i personaggi e il modo in cui l'autrice si è servita del diario di Leo per andare oltre la vicenda e parlare dei grandi temi della vita, tra tutti l'amicizia, la famiglia e il senso della vita. L'ambientazione umbra con le descrizioni del paesaggio al mutare delle stagioni arricchisce e impreziosisce il romanzo. Consigliatissimo.

Valutazione 
08/08/2022

Paesaggio umbro

Il protagonista di questa storia che riguarda più generazioni è in fondo il paesaggio umbro, in cui si ambientano vicende ricche di riferimenti alle tradizioni e alla cultura locale. Un libro scritto con amore

Valutazione 
22/07/2022

Leggete Un castello senza re

Un castello senza re, appena uscito per @bertonieditore , è un libro che tutti gli umbri in particolare e tutti i marscianesi in particolarissimo (!) dovrebbero leggere. La sua suddivisione in mesi rende agevole persino l'andare a ricercare le nostre tradizioni enogastronomiche (e non) per ogni periodo dell'anno. E con "nostre" intendo proprio nostre, di "noi di Marsciano", con qualche veloce excursus oltre comune e oltre regione, a volte anche oltre Paese, che sembra non faccia altro che aumentare l'affetto e la nostalgia per il nostro caro paese natìo nonostante - lo dice anche il protagonista! - l'umidità d'inverno e la "cappa" in estate (e le buche delle strade, aggiungerebbe il mio veneto marito!). Grazie a nonna Gemma assaporiamo anche qualche frase strettamente dialettale e ho immaginato proprio mia nonna Olimpia, quasi 90enne, mentre lei parlava. Ma il romanzo è tutto tranne che una mera descrizione dei nostri luoghi e delle nostre tradizioni. Noi ci ritroviamo strade (perfino cartelli!), fiumi, locali, negozi, vie, personaggi, suoni, odori, sapori... ma la trama ci parla di Amicizia, di amore, di vita. Chiunque può immedesimarsi nei protagonisti principali, chiunque può sognare e gioire o arrabbiarsi con loro. C'è un pezzo che mi ha molto emozionata, l'ho sottolineato come mio solito perché riesce con le parole a descrivere le sensazioni meravigliose che si provano di fronte ad un panorama mozzafiato. E se quel panorama coincide con le strade e le colline di casa tua, beh, lo struggimento è totale! Grazie alla mia concittadina (e ormai amica!) Fabiola, per il suo quarto romanzo così appassionato e traboccante di amore per la nostra terra.

Valutazione 
20/07/2022

Un castello senza re

Un libro corposo, che suscita nostalgie, che esalta la bellezza della terra umbra. La sua lettura scorre via veloce, non senza suscitare, quasi suggerire, molte riflessioni. Un inno all'amicizia, all'amore, alla famiglia.
Un libro per tutti.

Valutazione 
19/07/2022

Storia coinvolgente

Si intuisce che il libro è stato scritto da una umbra che ama l'Umbria e che ne vuole esaltare tutti gli aspetti: Umbria cuore vedere di Italia, Umbria slow, Umbria dove si mangia sano e bene, Umbria dalle tante tradizioni culinarie (non mancano alcune ricette tradizionali) e non, Umbria spirituale (ha dato i natali a tanti santi nonchè al patrono d'Italia San Francesco e al patrono d'Europa San Benedetto), Si intuisce che il libro è stato scritto da una umbra che ama l'Umbria e che ne vuole esaltare tutti gli aspetti: Umbria cuore vedere di Italia, Umbria slow, Umbria dove si mangia sano e bene, Umbria dalle tante tradizioni culinarie (non mancano alcune ricette tradizionali) e non, Umbria spirituale (ha dato i natali a tanti santi nonché al patrono d'Italia San Francesco e al patrono d'Europa San Benedetto), Umbria medievale, Umbria ricca di arte e di cultura, Umbria ... ci (anche io sono umbra) manca solo il mare, che sostituiamo con il lago (lo so non è la stessa cosa), per il resto abbiamo tutto in Umbria! Ma il libro non è una guida turistica, anche se sicuramente uno degli obiettivi dell'autrice è quello di invogliare a visitare l'Umbria. Tutto quanto sopra elencato, viene presentato tra le trame di una storia avvincente, una storia di amicizia, una storia di morte, una storia di amore in tutti i suoi aspetti: amore familiare, amore di coppia (in tutte le sue declinazioni) amore per la natura, amore per il prossimo, una storia in cui cogli valori importanti della vita che purtroppo molti stanno perdendo, come il “rispetto” e la “gentilezza”. Il protagonista, Leo, a volte sembra quasi un ragazzo di altri tempi! Ho preso il libro che aveva acquistato settimane fa mio marito (conoscevo già l’autrice per aver già letto i suoi tre precedenti romanzi), in quanto costretta all’isolamento per COVID, una volta iniziato non riuscivo ad abbandonarlo! L’ho divorato: in meno di 1 giorno e mezzo sono arrivata alla fine, con un finale anche a sorpresa! Non so voi, ma a me finire un libro che mi prende come questo è anche un dispiacere, mi lascio talmente coinvolgere, che poi mi manca, vorrei continuare a condividere le storie dei protagonisti! Sicuramente lo consiglio, non solo agli umbri, che ci possono ritrovare tante cose delle loro abitudini, ma soprattutto a chi non conosce l'Umbria, che potrà seguire una storia coinvolgente, imparando a conoscere questa regione che spesso, sia per i dialetti che per le tradizioni, viene confusa con le regioni confinanti.

Valutazione 
12/07/2022

bellissimo

romanzo ricco di spunti di riflessione. Ho amato l'ambientazione umbra che mi appartiene, accattivante la storia e scorrevole nella lettura.

Valutazione 
08/07/2022

Un romanzo originale

Il romanzo scivola via che è un piacere. Accattivante la trama, fluido lo stile.Ho apprezzato l’originalità della struttura: ogni capitolo è dedicato ad un mese dell’anno, si apre con la descrizione dello splendido paesaggio agrario umbro per poi continuare con la vicenda vera e propria, raccontata dal diario personale che Leo (uno dei protagonisti) scrive giornalmente. Una storia toccante con una bella sorpresa nel finale. Lettura super consigliata!

Valutazione 
08/07/2022

umbria verde

Un libro che racconta un’amicizia tra due giovani cresciuti in ambienti completamente diversi, uniti dalla voglia di realizzare il “loro” progetto : ristrutturare un casale da adibire a locanda .
Come sfondo alla vicenda la campagna umbra , che la scrittrice omaggia nel migliore dei modi , come solo chi la vive può fare.

Valutazione 
05/07/2022

Un castello senza re

Consigliatissimo! Sì fa leggere tutto di un fiato, prende e conquista completamente e regala, fino in fondo, il piacere della lettura. Le storie dei suoi personaggi, descritti con raffinatezza narrativa, escono dalle pagine e diventano vivi, in luoghi che non possono non incantare il lettore. L’omaggio che l’autrice fa all’Umbria, con una scrittura fine ed accurata, suscita curiosità e risveglia, in chi come me vive in questa terra, un orgoglio più consapevole per quelle che sono le sue tradizioni secolari.

Valutazione 
21/06/2022

Viaggio in un altro mondo

Un romanzo pervaso da una vena di dolcezza che si legge in ogni riga, in ogni pagina. Si ha la sensazione di fare un viaggio, se non in un altro tempo, di certo in un altro mondo. L'autrice vuole omaggiare la "sua" Umbria e ci riesce davvero: dalla sua penna il territorio irrompe nell'immaginazione del lettore e lo accompagna lungo tutto il romanzo con evocazioni forti, fatte di odori, sapori, colori, voci. Storia originale che si snoda a doppia via e a doppia voce, tra il laconico scorrere dei mesi registrato dal vecchio contadino e il dinamico, spontaneo, diario di Leo. Lettura davvero molto piacevole, consigliata!

Scrivi la tua recensione.

Scrivi una recensione

Un castello senza re

Un castello senza re

di Gravina Fabiola