Frammenti dell'anima Visualizza ingrandito

Frammenti dell'anima

9788855352468

Nuovo prodotto

Poesie di Enrico Passeri

50 Articoli

14,00 € tasse incl.

Recensioni

Valutazione 
10/04/2021

Recensione di Carmela Gabriele del libro "I frammenti dell'anima

Ci sono anime che sanno parlare in una lingua che somiglia molto a quella pura e leale degli angeli, e che in pochi o a volte molti versi, sanno condensare calici interi di vita e sogni ancora irrealizzati o spenti da chi non vuole sognare.
Ci sono cuori che sanno ancora battere all’unisono con il ritmo calmo e a volte violento di madre natura, che tutto racchiude nella sua infinita e spudorata bellezza, e spesso è avara dei suoi frutti e delle sue “carezze” energetiche con chi non sa apprezzare il suo valore inestimabile.
Ci sono “venditori di fumo e illusioni” fatti di parole, e poi ci sono i “poeti nati” che non vendono nulla, ma ci dipingono con saggezza e spirito vivo le innumerevoli strade emozionali che ci fa percorrere l’esistenza, a tratti considerata alla stregua di una crudele creatura ingannevole da qualcuno di noi, troppo deluso dall’amaro rimasto in bocca dopo alcune situazioni indigerite.
Ci sono, appunto, poeti nati, come può essere definito Enrico Passeri, autore dell’intensa raccolta poetica intitolata “Frammenti dell’anima” pubblicata da Bertoni Editore, un altare di immagini fortemente evocative del mondo interiore, nascosto gelosamente in ognuno di noi, innalzato con grazia e ricca proprietà di linguaggio dinnanzi al lettore, senza risparmiarsi mai di donare se stesso nella sua totale essenza, priva di inutili orpelli.
La Natura fa da padrona incontrastata dell’umano vivere, mediante il sapiente alternarsi di allegorie e metaforiche scene, rappresentate con generosità di dettagli e competenza lirica dall’autore, estasiato da quanti miracoli vitali possa ridonare sempre a chi segue il suo ciclo costante e non si trasforma in suo carnefice o ingrato predatore.
Una Natura che in tutte le sue poesie impersonifica gli umori ed i sentimenti più contrastanti dell’uomo, non vergognandosi mai di essere dolore o fugace gioia, disamore per le ingiustizie sociali o amore per ciò che è vero e bello, come provare una forte attrazione per una donna, anche se spesso non corrisposta in ugual misura.
Natura che piange per l’incomprensione di una certa sensibilità che innalza al Cielo lo spirito, o ride se si vede abbracciata dal calore dei suoi abitanti.
Natura che si sente a volte sola, sperduta nella sua immensità di vegetazione come l’essere vivente che non trova conforto nelle braccia dei suoi simili, spesso presi dalla smania del potere e del denaro, dimenticando la solidarietà ed empatia verso gli altri; natura che, nell’avvicendarsi delle stagioni, un processo descritto in modo regale e rispettoso, ogni volta rimette in atto il ciclo di vita e morte, a cui ogni uomo è destinato.
Natura spesso ingrata, come chi non ci ha mai stimato, facendoci soffrire intimamente, e diventa rabbiosa e devastatrice, spazzando via qualunque cosa o essere animato che trovi sul suo tragitto.

Ma nella raccolta poetica non c’è solo la dolcezza nostalgica o la furia affascinante della Natura, quella furia che, dopottutto, spiega figurativamente il turbinio irrefrenabile delle emozioni vissute; in essa ritroviamo anche tematiche di grande interesse ed attualità come l’emarginazione di quelli considerati relitti della società, la ferocia inspiegabile della guerra, che semina morte e distruzione senza pietà, il ribrezzo per l’ipocrisia, perpetuata sempre con maggiore sottigliezza di intenti dagli uomini, il senso di non appartenenza ad un mondo fatto troppo di materialità ed egocentrismo.
Versi fendenti a momenti come sciabole, precise nel trafiggere il nemico, ad effetto destabilizzante, ma di una concretezza e realtà sorprendenti, tanto da restarti incisi nel cuore.
Un guerriero della penna e della giustizia, oltre che un fedele e acuto osservatore dell’ambiente che ci circonda, pertanto, l’autore Enrico Passeri, che ha indubbiamente uno stile tutto suo nello scrivere, cosa che contraddistingue chi ha come marchio inconfondibile il fuoco sacro dell’arte ed una percezione esistenziale, a dir poco, profetica ed insieme oltre il visibile in superficie.

Valutazione 
05/04/2021

Frammenti dell’anima

Chi è il poeta?
Ho sempre studiato con attenzione il cuore di un bambino. È privo di giudizi e semplicemente ti osserva per quello che sei. Quel cuore crescendo, non privo di ferite a causa dei sentimenti provati, può arrivare ad abbracciare nel profondo la natura, lo sguardo di un passante, il tempo oramai perduto. Può accadere alle volte che si riduca in frammenti dispersi lungo la strada della vita, ma successivamente ricongiunti. Perché il poeta è colui che ha il coraggio di amare; versando lacrime nella contemplazione di un meraviglioso paesaggio come nella visione di un mondo abbandonato alla desolazione. Perché è un’anima non disposta a rinunciare all’interiorità, a nutrire la bellezza di essere umani a qualunque costo.
Il poeta Enrico Passeri libera i versi delle sue immagini, in una lettura come quella della poesia, spesso molto trascurata, ma più che mai capace di donare una verità ricca di autentiche emozioni.

Scrivi la tua recensione.

Scrivi una recensione

Frammenti dell'anima

Frammenti dell'anima

Poesie di Enrico Passeri