Nuovi prodotti

Speciali

Seguici su Facebook

Simone Gobbi Sabini

Simone Gobbi Sabini

La prima forma di irrequieta megalomania deve essere stata l’insana intransigenza che ha costretto i miei mandarmi a scuola a 5 anni. La sete di conoscenza, che mi aveva aggredito precocemente, svanisce definitavamente in terza superiore . Finito il liceo scientifico con più infamia che lode approdo a Scienza Politiche propri...

Simone Gobbi Sabini

La prima forma di irrequieta megalomania deve essere stata l’insana intransigenza che ha costretto i miei mandarmi a scuola a 5 anni. La sete di conoscenza, che mi aveva aggredito precocemente, svanisce definitavamente in terza superiore . Finito il liceo scientifico con più infamia che lode approdo a Scienza Politiche proprio nell’anno della Pantera’ primo movimento di protesta degno di nota dopo la depressione post 77. La Pantera si accascia su se stessa e io con lei. Tutti gli amici vecchi e nuovi completano il ciclo di studi mentre io mi perdo dietro il fascino notturno della città universitaria. Passioni d’amore che si intrecciano agli immancabili fallimenti mi portano dall’università al lavoro precario a bassissimo valore aggiunto. Manovale, falegname, arrangiatore ad angolo giro, barista notturno, operaio qualificato in una cooperativa di pulizie, disoccupato.

Dalla città universitaria, provinciale nello snobismo, alla città operaia dal passato ribelle. Nasce la passione tuttora presente, per la mountain bike e l’impegno non proprio militante nell’associazionismo.

Abbandonandol’alterno impegno sociale, mi prende il vezzo della scrittura. Il bambino si 5 anni chiuso in un corpo adulto, protetto dall’alvvolgente di un divano oggi in fin di vita, torna protagonista. Stregato dalla finta orizzontalià del cosmo di internet. Una fuga in avanti stanziale propria di una soggettività, la mia, talmente confusa da non ritenersi più tale.

Più

Simone Gobbi Sabini Non ci sono prodotti in questa categoria.